Storia del Circolo

Il Circolo Culturale Ricreativo di Panchià è nato dall’ENAL di Tesero che, scioltosi nel 23 luglio 1979, dette origine al Circolo Culturale Sportivo di Tesero, presieduto da Luciano Bozzetta.
Facevano parte del Circolo: Gli “Amici del Presepio” di Tesero, il gruppo sportivo tamburello sempre di Tesero e il Circolo Culturale Ricreativo di Panchià.
Il Circolo Culturale, dunque, svolse la sua attività, come sezione del Circolo Culturale di Tesero di Tesero, fino all’inizio del 1983, quando, forte dell’esperienza acquisita sotto la Presidenza di Luciano Bozzetta, si staccò dal Circolo di Tesero e si costituì autonomamente come Circolo Culturale Ricreativo di Panchià presieduto da Mario Sommavilla che rimase in carica fino al 1986, quando subentrò alla presidenza Ida Deflorian. Nel 1989 subentrò a Ida Deflorian, Marco Defrancesco che presiedette il Circolo fino al 2008, quando, per ragioni personali, si ritirò, consegnando il Circolo al nuovo Presidente, Elisabetta Bortolotti.

Le principali iniziative che il Circolo attuò dalla sua costituzione:
1984 Restauro del Capitello (del 1823) in via Cavelonte. Con l’occasione, fu collocato qui l’altare originale della Chiesetta di Cavelonte restaurato e ricostruito da Mario Defrancesco e Valentino Zorzi, in quanto era stato demolito e profanato da malviventi negli anni ’70.
1996 Stampa, con il contributo della Cassa Rurale di Tesero e Panchià, del primo libro su Panchià dal titolo: “Panchià, ricerche, documenti e curiosità dalle epoche preistoriche ai tempi moderni”.
Inizio stampa e distribuzione trimestrale del Giornalino della Comunità di Panchià.
1997 Ricostruzione, a cura dell’Amministrazione Comunale, del Capitello dei “Nastasi”risalente al 1450 (prima chiesa di Panchià), distrutto da un incidente stradale negli anni ’70. Questo fu attuato su proposta e “pressione” del Circolo Culturale.
1998 Ristampa e integrazione del libro “Memorie storico ecclesiastiche della Parrocchia e della nuova chiesa di Panchià” effettuata con il ricavato della vendita dei quadri della pittrice Agnes Ximenes.
Allestimento, nella nuova sede, di un punto di prestito libri (una piccola biblioteca) per grandi e piccoli e di una postazione di INTERNET gratuita per soci e figli di soci. Attualmente la biblioteca dispone di 6120 volumi.
2002 Restauro conservativo dei 10 affreschi visibili sulle case di Panchià, fra i quali uno del 1759 attribuito a Valentino Rovisi.
2004 Allestimento di un Presepe a grandezza naturale in piazza, ripetuto ogni periodo di Natale.
2006 Allestimenti presepi nelle case.

Naturalmente altre iniziative sono state e vengono attuate annualmente dal Circolo Culturale, come allestimento di mostre di quadri di vari artisti paesani e valligiani, mostre fotografiche di retrospettiva e attuali, mostre di vita familiare dei tempi passati e dei vecchi mestieri, organizzazione di concerti lirici, musicali, canti di montagna e polifonici e tante altre manifestazioni minori.

In occasione dell’incontro con tutti i volontari del 2009 al Maso Simonoste, sono stati ricordati i 30 anni del Circolo Culturale e sono stati premiati i presidenti che hanno seguito la nascita e la crescita del Circolo Culturale.

Da sottolineare che gran parte dell’attività del Circolo Culturale è sostenuta finanziariamente dall’Amministrazione Comunale di Panchià e dalla Cassa Rurale di Fiemme, alle quali va il nostro sentito ringraziamento.

Ultima modifica il .

Lascia un commento